Quando il gatto Jasper è arrivato nella casa del suo nuovo proprietario non riusciva a stare in piedi. «Era affetto da ipoplasia cerebrale e aveva problemi di coordinazione – racconta Josh Norem -. Non era in grado di spostarsi in nessun luogo dell’abitazione in autonomia, per quanto lui cercasse di farlo».

Il micio è arrivato a casa di Josh Norem dopo un periodo al rifugio «Saving Grace Rescue», a San Francisco, in California, che aveva accolto il randagio. Josh si è subito innamorato del felino e ha deciso di prendersene cura. «Dal primo momento in cui l’ho visto – racconta – ho pensato che lui sarebbe riuscito a guarire».

 

Jasper infatti era molto determinato e ha lottato a lungo per imparare a camminare da solo. «Ce l’ha fatta facendo piccoli passi – racconta il proprietario -. Quando cadeva si rialzava, e ogni giorno imparava a camminare un po’ più dritto. In meno di una settimana ha fatto enormi progressi».

Dopo aver imparato a camminare, ha iniziato a farlo in modalità più veloce, e alla fine il micio ha addirittura cominciato a correre. «Adesso si arrampica sugli alberi, gioca, e da quando conosce il suo corpo riesce a trovare una soluzione per tutto ciò che prima non riusciva a fare», spiega il suo nuovo proprietario. 

E’ pieno di energia e ama moltissimo farsi coccolare: «per fortuna la sua malattia – aggiunge il suo veterinario – non è degenerativa», e quindi è probabile che le condizioni di salute di Jasper continueranno a migliorare.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *