Erano appena nati, nascosti in un cespuglio. Della mamma non c’era traccia. A trovare questi tre sfortunati gattini è stato uno dei cani della signora Marti che li stava portando a passeggio. «Quella sera faceva molto freddo e i gattini stavano morendo assiderati» racconta la donna che si è precipitata in un negozio per animali in modo da comprare la pappa ai tre gattini e iniziare subito a sfamarli ogni due ore. Il giorno dopo li ha portati con sé a lavoro in modo da potersi prendere cura di loro 24 ore al giorno.

gattini

Nel frattempo una sua vicina ha contattato Nikki Martinez, una soccorritrice di animali per farsi aiutare che arrivata sul posto ha posizionato una trappola in quella zona con la speranza di poter recuperare la mamma.

 

gattini

I cuccioli avevano circa 24 ore di vita ed erano molto fragili. «Non hanno ricevuto il latte materno che ha gli anticorpi essenziali alla loro sopravvivenza – racconta Martinez -. Ho intenzione di fare di tutto per aiutarli».

 

gattini

L’animalista ha preparato un bel lettino caldo per i gattini – chiamati Pancake, Spud e Bagel – e ha iniziato a sfamarli e curarli proprio come farebbe la loro madre.

Bagel, che è la più piccola della cucciolata, pesava appena 90 grammi. Mentre i suoi fratellini mangiavano e guadagnavano peso, la femminuccia ha iniziato ad essere inappetente.

 

gattini

«Non voleva più mangiare e ho iniziato a preoccuparmi» racconta Martinez ben consapevole che i gattini molto piccoli che non mangiano vanno in contro a morte certa. Così lei e suo marito hanno iniziato a sfamarla con un tubicino.

 

gattini

Il marito della Martinez è un infermiere di pronto soccorso in un ospedale pediatrico e non è stato difficile mettere in atto le istruzioni del veterinario su come dare da magiare ai gatti.

 

gattini

Dopo quel giorno critico, Bagel ha iniziato a riprendersi e a guadagnare peso. «Ho pianto di felicità quando l’ho visto riprendersi da quel brutto periodo. Ha iniziato a mangiare da sola e senza il nostro aiuto – racconta l’animalista -. Dopo averla sfamata con un tubicino per due giorni, sentirla mangiare da sola è musica per le mie orecchie».

 

gattini

LEGGI ANCHE: Perchè i gatti si nascondono e quando ciò può indicare malessere e Il padrone muore ma il gatto lo attende da settimane!

 

fonte: lastampa

One thought on “La storia dei 3 gattini appena nati trovati congelati sotto un cespuglio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *