ciotole-per-cani-e-gatti-regole-consigli-e-pulizia_associazione_mammagatta

In una casa in cui vive un gatto è fondamentale che ci sia almeno una ciotola per l’acqua ed una ciotola per il cibo e se si utilizza sia cibo secco sia cibo umido è preferibile disporre di una terza ciotola in modo da destinare ogni tipologia di cibo in una ciotola.
A tal proposito è importante  utilizzare sempre le stesse ciotole sia per l’acqua che per il cibo in modo che l’animale si abitui e riesca facilmente a riconoscerle.
Come scegliere le ciotole per gatti? Dove posizionarle? Come e quando prendersi cura della pulizia delle ciotole?
Domande apparentemente banali e scontate sono invece molto importanti e determinanti per la salute e il benessere dei gatti domestici e colonie di randagi spesso trattati impropriamente.

ciotole-per-cani-e-gatti-regole-consigli-e-pulizia_associazione_mammagatta

La scelta del materiale della ciotola:

Effettuando una prima classificazione in base al materiale, nei negozi per animali è possibile trovare ciotole in metallo, ciotole in plastica e ciotole in ceramica, è possibile suddividere le ciotole anche in base alla dimensione e a tal proposito possiamo distinguere ciotole piccole, ciotole medie e ciotole grandi, naturalmente in questo ultimo caso la scelta della ciotola è influenzata dalla taglia del cane o del gatto.
ciotole-per-cani-e-gatti-regole-consigli-e-pulizia_associazione_mammagatta
La scelta è dettata soprattutto da motivazioni di carattere pratico ed estetico, infatti le ciotole in acciaio inox, sono sicuramente da preferire sotto il punto di vista dell’igiene, poiché risultano facilmente lavabili e difficilmente attaccabili da muffe o incrostazioni, inoltre non assorbono gli odori a differenza delle ciotole in plastica o in ceramica che potrebbero presentare questo sgradevole problema.
Tuttavia le ciotole in acciaio presentano lo svantaggio di surriscaldarsi o raffreddarsi facilmente alterando in questo modo il contenuto, sia esso cibo che acqua, soprattutto se esse vengono posizionate in luoghi in cui possano facilmente subire sbalzi di temperatura.

Infatti un aspetto molto importante da considerare e che non va assolutamente trascurato è la posizione della ciotola che dovrebbe essere sempre la stessa e garantire un sufficiente riparo e protezione da agenti atmosferici come il caldo, il freddo e la pioggia.

Forma dimensioni e caratteristiche della ciotola ideale:

Una caratteristica importante che dovrebbe possedere una ciotola per gatti è l’aderenza ovvero non dovrebbero scivolare sul piano d’appoggio soprattutto quando sono utilizzate dal gatto, non è una sensazione piacevole per l’animale vedersi scivolare il cibo da sotto i denti mentre mangia.

ciotole-per-cani-e-gatti-regole-consigli-e-pulizia_associazione_mammagatta

Per porre rimedio a questo problema, negli ultimi anni sono state realizzate ciotole per gatti con un fondo più pesante che garantiscono maggiore stabilità, dotate di gomma antiscivolo.

Si può disporre sotto alle ciotole anche un piccolo sottociotola (ad es. tovaglietta per colazione, vassoio ecc.) che contribuisce a migliorare l’aderenza e soprattutto evita che l’acqua o il cibo possa cadere a terra sporcando il pavimento, avendo sempre cura che sia di materiale facilmente pulibile (evitare stoffe o simili).
Un altro fattore molto importante è la forma della ciotola, in linea di massima le ciotole per gatti presentano quasi sempre una forma circolare con assenza di spigoli e di angoli retti interni per evitare la formazione di incrostazioni e soprattutto perché  potrebbero creare problemi o comunque difficoltà durante la pulizia e il lavaggio della ciotola.
Infatti anche quando la ciotola presenta una forma quadrata è fondamentale che internamente non abbia angoli retti o spigoli.
Per quanto riguardo la forma anche qui ci sono delle regole che possono fare la differenza.
Il gatto non ama che le sue vibrisse, organi molto sensibili, tocchino la ciotola.

ciotole-per-cani-e-gatti-regole-consigli-e-pulizia_associazione_mammagatta

Quindi la scelta cade o su una ciotola rotonda con un diametro abbastanza grande o su quelle di forma quadrata o rettangolare.
Altra caratteristica importante è che sia poco profonda, altrimenti per riuscire a mangiare il contenuto, crocchette o umido che sia, il gatto dovrà infilarci il muso dentro e toccherà con le vibrisse i bordi.
Sempre per lo stesso motivo anche la ciotola dell’acqua dovrà essere adeguatamente dimensionata e riempita fino all’orlo.

Dove posizionare la ciotola del gatto:

Il gatto, come tutti gli altri felini, mangia sempre lontano da dove fa i suoi bisogni,  la ciotola va quindi sistemata almeno a 3 metri di distanza dalla lettiera.
Può essere sistemata anche su ripiani più alti per evitare che magari un cane presente in casa disturbi i suoi pasti.
Mai posizionare la ciotola vicino ad una gattaiola, una porta che da accesso all’esterno o una porta finestra, il gatto potrebbe sentirsi in pericolo o minacciato da presenze di animali all’esterno e non mangiare tranquillamente, il luogo ideale deve essere tranquillo e confortevole lontano da rumori fastidiosi di elettrodomestici che possono spaventare l’animale.

ciotole-per-cani-e-gatti-regole-consigli-e-pulizia_associazione_mammagatta

Se si possiedono più gatti la regola è che ognuno di essi abbia la sua ciotola per il cibo e l’acqua, anzi il numero perfetto è dato dal numero dei gatti più uno per le ciotole dell’acqua e dal numero di gatti per quelle del cibo.
Questo significa dover mettere diverse ciotole in alcuni punti strategici della casa.
Per il gatto, a differenza del cane, la ciotola dell’acqua è importante che sia in un posto diverso da quella del cibo; il gatto è un animale di origine desertica e d’istinto è abituato a cercare l’acqua in posti differenti da dove si nutre, nel deserto nei pressi di una carcassa di animale l’acqua è spesso contaminata e quindi “non potabile” e anche se sono passati secoli dall’addomesticazione del gatto questo istinto rimane in lui molto forte, quindi è meglio assecondarlo mettendo per casa, lontano ovviamente dalla lettiera, delle ciotole di acqua, ricordandosi di rinnovarla almeno una volta al giorno in modo da mantenerla sempre fresca.

ciotole-per-cani-e-gatti-regole-consigli-e-pulizia_associazione_mammagatta

La ciotola del cibo secco può essere lasciata a disposizione tutto il giorno lasciando l’animale libero di alimentarsipoco e spesso come farebbe in natura, mentre il discorso cambia per la ciotola dell’umido, che si consiglia di dare al gatto ad orari precisi, ad esempio la mattina per colazione e la sera per cena, creando una routine nel gatto che arriverà puntuale pronto a mangiare con voi.
E’ fondamentale non lasciare la pappa umida del gatto all’aria abbandonata nella ciotola per ore, il cibo seccandosi perde in qualità e l’odore all’olfatto del felino risulterà sgradevole portando il gatto a rifiutare il cibo.

Pulizia delle ciotole:
I gatti hanno i sensi molto sviluppati e sono sensibilissimi agli odori, quindi una ciotola sporca e maleodorante può essere talmente sgradita al nostro pet da impedirgli di mangiarci dentro rifiutando il cibo, come del resto farebbe qualsiasi essere umano se gli si presentasse una pietanza in un piatto sporco (oltre ad essere disgustoso è assolutamente antigenico).
ciotole-per-cani-e-gatti-regole-consigli-e-pulizia_associazione_mammagatta

Pulire le ciotole degli animali è fondamentale, poiché possono essere terreno fertile per ogni tipo di germe, a causa delle combinazioni di cibo e acqua; sul pavimento insetti (formiche, mosche e scarafaggi) e batteri presenti nell’ambiente possono facilmente proliferare.

Per questo pulire le ciotole dei vostri animali, come fareste con le vostre stoviglie dopo aver mangiato, è molto importante.

E’ fondamentale che le ciotole (in metallo, in plastica o in ceramica) destinate a contenere acqua o cibo, vengano accuratamente lavate ogni volta che viene somministrato una porzione di cibo, in modo da mantenerle sempre pulite ed igienizzate.

Per detergere e lavare perfettamente le ciotole non c’è nulla di meglio del comune detersivo per piatti, avendo sempre l’accortezza di risciacquare abbondantemente eliminando ogni traccia di prodotto, come normalmente facciamo con le nostre stoviglie.
Il detersivo non deve mai essere ingerito da cani e gatti perchè causa dissenteria.

Fornire al vostro pet una superficie pulita e sicura su cui mangiare riduce i rischi per la salute e rende il vostro animale domestico più felice.
E’ buona norma pulire quotidianamente il pavimento intorno alla ciotola del vostro animale domestico raccogliendo eventuali fuoriuscite di cibo.

Le scorte di cibo secco vanno tenute in un contenitore richiudibile, lavabile ed ispezionabile, in modo che la sporcizia e i parassiti non contaminino il cibo prima ancora di arrivare nella ciotola, e per mantenerlo sempre buono e fresco.
Il cibo umido, una volta aperto, va conservato in frigorifero in recipienti ermetici che ne garantiscono la freschezza e l’aroma, senza dimenticare di riportarlo a temperatura ambiente prima di servirlo.

Le ciotole delle colonie feline:

La pulizia delle ciotole per gatti è una misura fondamentale per prevenire la proliferazione di muffe, batteri, insetti e roditori.

Le ciotole vanno pulite sia che si tratti di animali d’appartamento, sia di gatti di colonia.

Pulire le ciotole è necessario anche perché il cibo si mantenga fresco e appetibile più a lungo.
Tenere sempre delle ciotole pulite di riserva, per fare il cambio con quelle sporche, consente di poter servire il cibo nelle migliori condizioni e nei tempi giusti.
Come per i pet d’appartamento valgono le stesse regole:
utilizzate ciotole d’acciaio inossidabile, ceramica o vetro, la plastica è fortemente sconsigliata perché ha un odore poco gradito al gatto e al cane e alla lunga si graffia ed è poco comoda da pulire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *