Un gruppo di dipendenti dell’azienda russa stava facendo uno spuntino sulle rive del fiume Sura nel distretto di Bolchebereznikovsky, quando ha sentito un miagolio insistente.

«Sulla sponda opposta del fiume abbiamo visto un piccolo punto bianco, era un gattino disperato» spiega Maria Stepchenkova sui social netwrok -. Il micio, chissà come, era finito su quel lato del fiume completamente deserto, dove non ci abita nessuno e dove normalmente non ci va nessuno».

 

 

Quando i lavoratori si stavano preparando per andare via, si sono resi conto che il piccolo gattino era saltato nel fiume e nuotava verso di loro. Sorpresi da così tanto coraggio e determinazione, le persone hanno iniziato a incitarlo e a sostenerlo.

 

Una vera impresa per il piccolino che è riuscito a nuotare almeno 150 metri arrivando fra le braccia dei suoi nuovi amici. E fra loro ha trovato anche chi, colpito da tanta voglia di vivere, ha deciso di adottarlo e regalargli una calda casa.

 

fonte: lastampa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *