Chiuso in un sacco di plastica e gettato per strada come spazzatura. Sarebbe finita così la vita di questo gattino di dieci mesi bianco e nero rinvenuto a metà settembre lungo la Carver Road, a Horninglow, in Inghilterra.

 

 

Per fortuna una mamma di 29 anni è passata da lì e ha sentito provenire dal sacchetto un flebile miagolio. Il gattino era terrorizzato, faceva fatica a respirare, aveva una ferita sanguinante ma era vivo. E senza saperlo, aveva anche trovato una nuova famiglia.

 

 

Clover è stato portato al gattile Rspca di Burton perché era pieno di pulci. «Penso sia per questo che lo hanno abbandonato. Non credo che volessero ucciderlo perché la sacca era stata bucata per far passare l’aria». Ma di certo non sarebbe sopravvissuto a lungo in quella situazione.

 

 

E una volta sverminato, è tornato a casa con la sua salvatrice, Kerry, e i suoi quattro figli: «I bambini si sono innamorati di lui appena lo hanno visto. Non avremmo mai potuto lasciarlo lì dopo quello che gli era successo».

 

 

Una grande fortuna per questo micio abbandonato senza un briciolo di riguardo, che ora può dormire sogni tranquilli. «Oltre che con i bambini, Clover ha legato anche con l’altro cucciolo di casa, un coniglio. Vanno insieme nella stanza delle bambine e stanno le ore a giocare con loro. Dormono anche nello stesso letto: sono una gioia per tutti noi».

 

fonte: lastampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *