Il Santuario dei Gatti di Roma è diventata un’attrazione non solo per i tesori archeologici che custodisce ma anche per gli ospiti che ormai da decenni hanno qui trovato un rifugio. Si tratta, infatti, dell’Area Sacra di Torre Argentina, ovvero il complesso archeologico al centro dell’omonima piazza scoperto durante i lavori edilizi del 1926 e che, nel 1929, riportarono alla luce i ruderi che si possono ammirare ancora oggi. In quello stesso anno è iniziata la storia della permanenza dei gatti in questo luogo che ha fatto la storia: è stato qui, infatti, che Giulio Cesare, il più famoso dei condottieri Romani, trovò la morte per mano di Bruto e di altri congiurati nel 44 a.C.

I GATTI DEL SANTUARIO DI TORRE ARGENTINA

Qui un video del Santuario di Torre Argentina:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *