Questa è una storia da film. O da programmi come «Carramba! Che sorpresa». Ozzy e Butter sono due cuccioli del Petaluma Animal Services, un gattile di Petaluma, in California, dove sono arrivati insieme ad altri altri quattro fratelli. Tutti erano alla ricerca di una seconda possibilità: «Sono stati trovati in un’area di case mobili da soli, senza la loro mamma», racconta Kathy Sousa.

Probabilmente la gravidanza di mamma gatta non era stata prevista, e i proprietari hanno deciso di non prendersi cura dei cuccioli, lasciandoli soli all’addiaccio. Avevano quindi bisogno di una casa e di tanto amore, quello che il gattile è riuscito a dargli promuovendo la loro adozione, una volta raggiunte le nove settimane di vita.

Ozzy e Butter erano talmente somiglianti da sembrare due gemelli: gli avevano assegnato la stessa cuccia e hanno trascorso le settimane in rifugio sempre insieme, facendo progressi all’unisono. Ed erano insieme anche quando Cathleen Cavin e sua figlia Cali di 6 anni li hanno incontrati per la prima volta: «Siamo andate al gattile per prendere un cucciolo e ci siamo subito fermate davanti a questi due tenerissimi mici: sembravano identici».

Se ne sono subito innamorate, ma «non avremmo potuto adottare entrambi. La scelta è stata molto triste. E quando abbiamo portato Ozzy a casa, per settimane mia figlia ha continuato a chiedersi quanto il gatto potesse essere sconvolto per la separazione dal fratello. E sono sicura che aveva ragione».

 Da donna ha allora promesso alla bimba che avrebbe chiamato il rifugio per avere notizie. E così ha fatto: «E’ allora che abbiamo scoperto che Butter era stato adottato quattro giorni dopo Ozzy. E ce ne siamo fatte una ragione». Ma ancora non sapevano che il 22 giugno 2016 sarebbe successa una cosa incredibile.

Dopo oltre un anno di chat, Cathleen ha deciso di incontrare Brian Herrera e proprio quella sera è successo l’inaspettato. «E’ stato amore a prima vista: siamo usciti e non avremmo mai voluto che quella serata finisse. Sul tardi sono andata a casa sua e, una volta entrata, non riuscivo a credere ai miei occhi. “Tu hai il mio gatto! Tu hai il mio gatto!”, non smettevo più di gridare. E per dimostrargli che non ero una pazza gattara l’ho portato a casa mia a vedere Ozzy».

 Anche Brian è rimasto sconvolto dalla somiglianza. «Allora abbiamo recuperato i documenti dell’adozione e abbiamo avuto la conferma: i nostri gatti sono fratelli». E nel giorno di San Valentino, il loro primo insieme, dopo otto mesi di relazione, hanno condiviso la bella notizia con il Petaluma Animal Services. E tutti al rifugio non potevano che essere al settimo cielo.

 Cathleen ha finalmente trovato il micio gemello che non aveva mai dimenticato. E anche i due fratelli si sono subito riconosciuti: «Erano così al loro agio insieme, come se fossero ancora in quella cuccia del rifugio e non fosse passato neanche un giorno da allora». E anche Cali è entusiasta che il suo desiderio di ritrovare Butter si sia finalmente avverato.

Insomma, un incredibile destino. Cathleen ha trovato l’uomo della sua vita e da quel primo appuntamento, Ozzy e Butter sono di nuovo insieme: una grande famiglia riunita, in nome dell’amore.

 

fonte: lastampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *