Quando Giverny Forbes ha visto Bella per la prima volta in un rifugio della Nuova Zelanda, sapeva di aver trovato un gatto speciale. Quello che non sapeva era che Bella si sarebbe trovata così bene nella sua nuova casa, tanto da trovare nell’altro cucciolo domestico una sorella. Peccato che si tratti di un coniglio.

Poppy, la coniglietta, è un gigante fiammingo. Ma nonostante il nome della sua razza è estremamente minuscola. Così piccola che Giverny era preoccupata che Bella, una volta arrivata a casa, le avrebbe potuto fare accidentalmente del male. Ma l’umana ben presto si è resa conto di non aver nulla di cui preoccuparsi.
«Il primo istinto di Bella è stato quello di mettersi a pulire Poppy – racconta la donna -. Lei sembrava un po’ stordita da quello che stava succedendo». Ma ben presto si è abituata alle coccole e alle attenzioni speciali ricevute dalla micia. «Dal primo giorno, Bella si è dimostrata la gatta più amichevole che avessi mai incontrato. Va d’accordo con quasi tutti», che siano umani, cani o altri gatti. Quindi, perché non con un coniglio?

 

I due animali hanno nove anni di differenza, ma nonostante l’età, Poppy ha il ruolo della sorellina minore. E per raccontare la loro insolita amicizia, Giverny Forbes ha creato una pagina Facebook “The Terrific Tabbies and the Ginger Ninja”, dove pubblica tenerissime foto e video. «Poppy e Bella sono come sorelle. Hanno un legame speciale e sembra che si confidino i segreti all’orecchio». Sono diventate inseparabili e fanno praticamente tutto insieme. «Iniziano la giornata salutandosi teneramente. Poi dopo aver fatto colazione si supportano nelle loro attività quotidiane, in casa e in giardino. Amano oziare insieme, così come fare qualche disastro». E vanno insieme anche dal veterinario. «Bella odia farsi visitare e una volta Poppy ha messo la sua testa sopra quella della gatta per nasconderla. E dopo la visita l’ha anche consolata». Ma come ogni coppia di sorelle che si rispetti, «può capitare a volte che Bella e Poppy siano in disaccordo. Soprattutto quando una non dà abbastanza attenzioni all’altra. Ma trovano velocemente il modo per rimediare. Sono così dolci insieme che a volte mi sembra di morire per sovraccarico di carineria».

Fonte: lastampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *