Grave episodio di intolleranza ai danni di una ragazza, poco più che ventenne, che ha avuto il torto di presentare un esposto all’Ats per denunciare lo stato di disagio di alcuni gatti e altri animali di proprietà di un pensionato.

L’uomo è venuto a conoscenza dell’identità della persona che aveva presentato l’esposto e, scoperto che abita vicino a lui, l’ha attesa sotto casa. Quando l’ha vista, l’ha rincorsa con un bastone, colpendola. Quindi, con un martello, ha minacciato di morte la giovane e anche le due persone che erano con lei e che cercavano di salvarla dalla sua furia.

La storia ha inizio in estate, quando la giovane aveva notato alcuni gatti malnutriti e malati vicino a casa. Ha stilato un esposto all’Ats che quando è andata a controllare, ha sbagliato indirizzo e non ha trovato il posto.

Ma il pensionato ha saputo e ha chiesto gli atti in ufficio scoprendo l’identità della persona che ha denunciato i maltrattamenti. L’uomo ha replicato affermando che questa ragazza aveva avvelenato i suoi gatti, ma nessun animale è stato trovato avvelenato.

Nei giorni scorsi l’Ats ha eseguito un sopralluogo nell’abitazione del pensionato che si è molto irritato tanto che ha atteso che la ragazza tornasse a casa per poi aggredirla e ferirla. Ora è stato denunciato per lesioni.

Questa è la foto che mostra le gravi lesioni riportate dalla ragazza.

fonte storia e foto: ilgiorno

Cosa ne pensate di questa brutta storia? Quei gatti verranno mai salvati?

E’ davvero importante sottolineare il coraggio avuto dalla ragazza che ha deciso di esporre i fatti alle autorità competenti. I gatti, come tutti gli animali, non sono giocattoli: vanno rispettati e curati per bene. Se non si ha l’opportunità di prendersene cura, è più giusto farsi aiutare che continuare a farli soffrire.

E voi? Siete mai venuti a conoscenza di casi di maltrattamento animali? Come vi siete comportati?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *