I gatti prendono il sole sulle panchine e giocano con i bambini nel parco, camminano avanti e indietro tra i giochi, per nulla intimoriti dalla presenza delle persone: ci sono voluti davvero tanti anni per costruire un rapporto così armonioso tra gli abitanti del Vigentino e i mici della colonia felina nata nei giardini nascosti in via Ripamonti. Il merito va attributo, senza ombra di dubbio, a Ezia Petrognani, la tutor della colonia felina che da sempre segue i 5 gatti, figli di Miriam, la micia che ha messo al mondo tutti gli altri. Il suo posto è stato preso da Cherie, bianca e nera, che ora è la matriarca. Sibilla ha il pelo tigrato. Sirio é nera, con una stella bianca dipinta sul volto. Morgana e Mirtilla, sono un po’ più schive, vengono per mangiare, ma poi si nascondono.

Silver, è l’ultimo arrivato ed è tutto grigio, un certosino abbandonato ai giardini dai suoi proprietari, forse perché malato. «Un’infezione alla bocca gli impediva persino di mangiare», racconta Ezia. Con l’aiuto di Giacomo e Rita Ferrara, dell’Associazione Tutor animali, Silver ha ricevuto tutte le cure necessarie e si è rimesso in forma. Di tanto in tanto è possibile vedere anche Camillo, un gatto di casa che fa capolino nei giardini per mangiare un po’ di pappa, per poi tornare dalla sua padrona.

 I mici mangiano una volta al giorno, ma in tanti nel quartiere non rinunciano a portare cibo, che quindi non manca mai. In ogni caso per garantire lo spazio vitale ai gatti, senza invadere lo spazio dei bambini, Ezia ha istituito un punto cibo vicino alle siepi. Sempre in questo punto nascosto, ci sono dei rifugi; piccole casette in legno con il tetto e la rete mimetica, che utilizzano i marines per attendarsi. «Sono fatte apposta per non essere notate — spiega Ezia —. Visto che siamo in un parco pubblico, ho pensato che fosse necessario garantire sia il decoro, sia l’incolumità dei gatti, che quando si sentono infastiditi hanno comune uno spazio tutto per loro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *