Un uomo ha incontrato un bel gattone fulvo: era abbandonato nella neve e lui gli ha dato cibo e un rifugio. Il micio era molto timido e non si lasciava avvicinare, ma è tornato ogni giorno dal suo nuovo amico umano. Sono serviti anni prima che il gatto si facesse accarezzare, ma quando è successo i due si sono legati per la vita.

“ io e mia moglie abbiamo notato tre gatti dal pelo rosso nel nostro quartiere e li abbiamo ribattezzati Hades, Zeus e Poseidon. Abbiamo iniziato a dargli da mangiare e non abbiamo più smesso!” Ha raccontato JDeebs.

 

 

Hades andava quotidianamente a casa loro, e addirittura arrivava correndo quando lo chiamavano con un fischio: “Ogni notte era puntuale come un’orologio. All’inizio non si avvicinava e rimaneva a qualche metro di distanza”. Nonostante la coppia avesse provato a conquistare la sua fiducia, sono serviti tre anni di amorevoli attenzioni prima che l’atteggiamento di Hades cambiasse.

 

 

“Un giorno mia moglie gli stava porgendo un pezzetto di pollo e lui all’improvviso si è avvicinato e ha iniziato a mangiarle dalla mano. Da quel momento ha iniziato a venirci vicino, fino a quando gli ho fatto la prima carezza”, ha detto l’uomo. Da quel momento il ghiaccio si è definitivamente rotto e il gattone ha accettato le coccole, anche se non era ancora pronto per entrare in casa. “La prima volta che ho chiuso la porta alle sue spalle si è spaventato e ha iniziato a dimenarsi, così lo ho lasciato uscire”.

 

 

 

Un giorno Hades ha portato Maia, una nuova amica gatta con cui dividere la colazione. Da quel momento i coniugi hanno iniziato ad occuparsi anche di lei.Hades si è convinto ad entrare in casa dopo una brutta malattia: il suo amico umano lo ha visto dimagrito, così ha deciso di portarlo da veterinario e curarlo dai vermi. “Da quel momento Hades ha perso interesse a rimanere fuori!”, ha raccontato.

 

 

Ora Hades, dopo tre anni di conoscenza con la sua famiglia, si è trasferito in casa e ha una coperta tutta per sè, dove adora accoccolarsi.

fonte: lastampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *