Il cespuglio in cui erano nascosti stava bruciando, ma per fortuna un fotografo stava passando lì davanti. Carlos Pacheco stava facendo delle fotografie proprio in quel cortile, quando ha sentito dei forti miagolii che provenivano da un cespuglio in fiamme. Così si è avvicinato e ha notato due micini intrappolati tra le fiamme, stretti uno vicino all’altro e che respiravano a fatica.

Il calore era tale da rendere molto difficile avvicinarsi ai gattini: “Mi sono protetto con la mia giacca nel tentativo di prenderli”, ha raccontato Carlos. Quando finalmente è riuscito a tiarli fuori, li ha messi in una scatola e li ha portati di corsa al Cats cradle Shelter di Grandin, in North Dakota, perchè venissero curati. “Uno dei due aveva ustioni profonde a tutte e quattro le zampine e aveva problemi respiratori a causa del fumo”, ha raccontato il veterinario. L’altro, invece, non aveva segni di lesioni esterne, ma aveva respirato moltissimo fumo. “Entrambi i gattini erano in stato di choc e, appena sono arrivati, li abbiamo trasferiti in una incubatrice con ossigeno”.

All’inizio i veterinari pensavano che i piccoli non sarebbero sopravvissuti ma, dopo due giorni di cure, Py e Manni – come sono stati ribattezzati – hanno iniziato a riprendersi. Appena si sono sentiti meglio i veterinari li hanno ricongiunti: “Ora sono di nuovo insieme e sono felici, perchè si proteggono a vicenda”. Carlos, che si è innamorato dei due gattini, sta considerando di adottarli entrambi in modo da non doverli separare. Py ora corre in giro con le zampine bendate, ma si sta riprendendo perfettamente dalle ferite: “Mangiano, giocano e stanno benissimo!”, hanno assicurato dal Cats craddle Shelter. In attesa di potersi, forse, trasferire a casa di Carlos e ricominciare a vivere.

Fonte: lastampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *