La sua pagina Facebook si chiama «Blacky the Wheelchair Cat», ha oltre 48mila fan, e post in cui si può acquistare una tazza con il suo musetto. Blacky è un micio bianco e nero che sui social network è diventato una star. E che ha un passato che l’avrebbe portato all’eutanasia se una signora non si fosse presa cura di lui.

A pochi mesi dalla nascita il micio ha perso un occhio. Ma come se non bastasse, poco tempo dopo è stato anche investito da un’auto. Ha avuto una lesione al midollo spinale e alla vescica, ma è riuscito comunque a raggiungere in fin di vita casa sua. Da solo, perché l’automobilista non l’ha soccorso. «Il veterinario mi ha consigliato di optare per l’eutanasia, dicendomi che sarebbe rimasto paralizzato per sempre – dice la proprietaria, Louise Hopkins – ma io non l’ho fatto. Lo amo troppo per accettare che sarebbe potuta finire così».
Quindi la proprietaria l’ha portato a casa e ha raccontato la sua storia sui social network. Da quel post è cambiato il futuro del micio: la forza e la tenacia del gatto hanno commosso la rete che si è mobilitata per lui. «Ho ricevuto delle proposte di donazioni e finanziamento per acquistare un carrellino per aiutare il gatto a camminare – spiega – e ho creato delle tazze e cappellini per raccogliere fondi per lo stesso motivo». Il carrellino è stato acquistato e oggi Blacky gira felice con il suo nuovo «mezzo», «e il pensiero della morte non è mai stato così lontano».
Fonte: lastampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *