Era una notte tempestosa quando una donna ha visto per la prima volta vicino a casa sua quella che pensava essere una gatta. Il mattino dopo di lei non c’era più traccia, ma aveva lasciato indietro un cucciolo di pochi giorni. La signora lo ha portato subito al Sarge’s Animal Rescue Foundation, dove ha scoperto di avere appena salvato una piccola lince.

Rintracciare la madre biologica è stato impossibile per i volontari, che hanno quindi deciso di affidare Bob, questo il nome scelto per l’animale, alle cure di un esemplare un po’ diverso da lui. Lo stesso giorno è arrivata al rifugio anche una gatta randagia con i suoi micetti e questa è stata una grande fortuna per la lince.

La nuova mamma surrogata è stata ribattezzata Sweat Pea e dopo pochi minuti di conoscenza ha iniziato ad accudire Bob come uno dei suoi cuccioli, poi svezzati addirittura prima di quello adottivo. Nel frattempo però il rifugio ha lavorato per fare in modo che Bob potesse integrarsi nella natura e continuare a vivere come tutti i suoi simili.

Oggi la lince ha ormai detto addio alla gatta che lo ha allattato per essere affidato a un gruppo specializzato in animali selvatici.
Fonte: lastampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *