Nils-Uddenberg

Quasi due famiglie italiane su tre possiede un animale domestico. I gatti oltre a riempire le nostre case e le nostre giornate con le loro fusa e gli occhioni dolci, hanno anche un grande potere benefico sulla nostra salute.

Noi  non ce ne accorgiamo, eppure i nostri gatti lavorano silenziosamente sulla nostra psiche e sul nostro corpo. Tant’è vero che molti esperti  in etologia sostengono che il gatto è in grado di avvertire il nostro stato di malessere, sia prettamente fisico che psicologico.

Infatti i 60 milioni di animali domestici diffusi nelle nostre case giovano non poco alle casse del Sistema sanitario nazionale. Farebbero, infatti, risparmiare ogni anno quattro miliardi di euro in spese mediche, relative soprattutto a malattie croniche, specie se fanno compagnia a persone sole e non più giovanissime.

«L’attività fisica legata alla presenza di un pet contribuisce a contrastare la comparsa e l’evoluzione delle patologie metaboliche e a ridurre l’ipertensione», dice Roberto Messina, presidente di FederAnziani. «Oltre a rappresentare un valido aiuto contro solitudine e depressione».

Insomma, un cucciolo può salvarci la vita e mantenerci giovani. Loro sono sempre pronti ad aiutarci e a starci vicino in ogni momento del bisogno. Ogni gatto rappresenta un dono fatto all’umanità.

Fonte: http://www.iodonna.it/benessere/salute-prevenzione/2015/06/29/mi-cura-il-mio-gatto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *