Ha deciso di trasformare la sua residenza in un rifugio per felini, dove ora sono ospitati circa 1.000 gatti. È questa la storia di una donna statunitense che, armata di una grande passione nei confronti degli amici a quattro zampe, ha deciso di dedicare la sua intera esistenza al loro benessere. Non un caso di animal hording, ovvero di accumulo compulsivo di animali, bensì una sorta di santuario a tutti gli effetti, dove gli animali sono ben accuditi, alimentati, curati e vivono in spazi sufficientemente ampi e soprattutto puliti.

Lynea Lattanzio ha sempre avuto una grande passione per i gatti e, così, ha deciso di dedicare la sua esistenza al loro benessere. Ha iniziato a recuperarli nel 1992: entro la fine dell’anno aveva salvato 96 felini in difficoltà, riuscendo a trovare per tutti gli esemplari nuovi famiglie che potessero accudirli.

Ora condivide la sua grande casa mobile di campagna, in California, con 1.000 esemplari: anche in questo caso, si tratta di un processo di recupero e successivo affidamento a nuove famiglie. Pare che negli ultimi 20 la donna sia riuscita a gestire più di 20.000 esemplari, trovando per loro sempre una casa.

La sua residenza, composta da diverse strutture prefabbricate comprensive di tutte le necessità per i gatti, è ben presto diventata un santuario: la Cat House On The Kings, riconosciuto come il più grande rifugio privo di gabbie e di soppressioni della California. Così spiega la proprietaria in una recente intervista, non tradendo della simpatica ironia:

“Sono in cima alla lista fra le più eccentriche delle gattare: non credo che vi sia nessuno che ha vissuto con 28.000 gatti negli ultimi 24 anni. È probabilmente un record. Quando ero single, e non avevo figli, ho comprato questa residenza da oltre 10.000 metri quadrati e ho pensato che farne. Ho quindi incominciato a ospitare gatti, ma non era mia attenzione arrivare a più di 1,000, è successo un passo alla volta.”

 

 

 

Fonte: http://www.greenstyle.it/donna-condivide-casa-1000-gatti-182874.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *