I gatti da sempre occupano un posto speciale nel cuore delle persone, ma prima di decidere se accoglierne uno in casa, è importante conoscere alcune informazioni a riguardo, dati sensibili che non tutti rammentano.
Indipendentemente dalla razza o meno di appartenenza, il micio mostrerà da subito una certa indipendenza, sarà lui a possedere il proprietario e non il contrario. L’umano sarà per il felino una sorta di assistente in grado di divertirlo, contemporaneamente nutrirlo e accudirlo. Lui ripagherà con effusioni e fusa ma anche svolgendo il ruolo di sveglia, magari alle cinque del mattino per ricevere il primo pasto della giornata.
È bene abbandonare l’idea di una casa priva di peli e intonsa, tessuti lisci e puliti e mobili privi di graffi. Non è una regola automatica, ma i felini sono portati a rifilarsi le unghie su ciò che gli capita a tiro, per questo un tiragraffi potrebbe tornare utile.
E se la lettiera per i bisogni sarà posizionata in bagno potrà risultare automatico spartire lo stesso spazio, magari in un momento di privacy reciproca. Ma, in qualità di membro ufficiale della famiglia, questa situazione diventerà presto parte integrante della routine casalinga con il gatto.
Ovviamente bisognerà considerare qualche spesa in più per il cibo, le visite e le vaccinazioni di prassi e qualche medicinale.
Prima di accogliere un gatto, magari un esemplare salvato dal gattile di zona, potrà risultare utile documentarsi su abitudini, comportamenti e necessità classiche del felino. Tenendo presente che ogni animale possiede una propria predisposizione, un carattere e un’indole personale.
Tuttavia, assicuriamo che condividere la casa con un gatto sarà un’emozione importante di cui non si potrà più fare a meno. Di sicuro non vi pentirete di aver adottato un gattino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *