Una grave infezione gli ha fatto perdere un occhio, ma non il suo “potere” felino: da quando è stato adottato il suo proprietario sta vivendo un’altra vita.

Quando è stato trovato, Odin aveva un occhio davvero mal ridotto. Un’infezione così grave che i veterinari stavano seriamente valutando di sottoporlo a eutanasia. Per sua fortuna qualcuno ha contattato l’associazione animalista Angels Among Us e il suo destino ha preso un’altra strada: Stevie Richards stava per adottare un’altra gatta dalla stessa organizzazione quando è venuto a sapere di Odin. E quando si sono incontrati, è scoccato un amore a prima vista. Ma senza togliere la possibilità di una vita migliore per l’altra felina: Stevie è tornato a casa con Odin e Mia.

«Non posso guardarlo come un altro gatto, perché non lo è. Non c’è un altro Odin in nessun’altra parte del mondo – spiega l’uomo -. Ha la personalità simile a quella di un cane. Forse anche per il rapporto materno che si è instaurato con Megan, uno dei nostri cani».

«Ama il cibo e soprattutto le coccole. Quando è giù di morale, passa a turno ogni animale e persona della casa per ricevere carezze e baci».

Per Stevie la vita è cambiata: ogni sera a cena ha tre amici pelosi che lo guardano, hanno la priorità su chi può avere diritto a sedersi sulla poltrona e quando poter usare il lavandino.

«Non riesco a immaginare la mia vita senza Odino. È fortemente radicato nei nostri cuori e nelle nostre anime. È un membro della nostra famiglia. Una parte di me morirebbe se dovesse capitargli qualcosa. È il mio piccolino»

Fonte: La Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *